venerdì 01 marzo 2024

       Locandina Prog Lettura24.01.24 1 page 0001        DE VALLIER.2 08.02.24 pages to jpg 0001
   

Proseguono gli incontri con l’autore promossi dal Progetto lettura. Dopo i primi due appuntamenti dedicati ad opere ambientate sulla diga del Vajont, si parla ora di adolescenza, amicizia e destino.

Giovedì 8 febbraio sarà a scuola lo scrittore, nonché insegnante all’istituto tecnico “Mazzotti” di Treviso, David de Vallier . Presenterà il libro, fresco di stampa, “Cinquanta e cinquanta” (Piazza Editore), dedicato alla storia di amicizia, di perdizione e salvezza di due adolescenti. Il protagonista è Luigi, ragazzo difficile con una famiglia complicata alle spalle. Sarebbe finito male se non fosse stata l’amicizia di Daniel a salvarlo, un coetaneo strano e solitario che vive in una roulotte con una sorellina con la sindrome di Down. Tra i due nasce un’amicizia limpida e sincera fatta di giri in bici, chiacchiere davanti a una coca e sere stellate. Il destino però riserva una tragica sorpresa.

Il 19 febbraio sarà al Planck Granfranco Bettin per parlare del romanzo “Cracking” nell’ambito di un percorso tematico sull’ambiente lagunare veneziano e sul degrado dell’area industriale di Porto Marghera.

Il 4 marzo invece ritorna al Planck l’atteso Fabio Genovesi con il suo ultimo successo (edito da Mondadori) “Oro puro”, racconto di un ragazzo imbarcatosi per caso sulla nave di Cristoforo Colombo.

Seguirà il 7 marzo Paolo Alessandrini, noto divulgatore scientifico, nonché docente di matematica dell’istituto Max Planck. Presenterà il suo ultimo libro “Matematica in campo”, un percorso che si propone di scoprire la matematica racchiusa nel gioco del calcio. Quali algoritmi vengono usati per stilare i calendari dei tornei? Qual è la vera forma dei palloni? Che cosa c’entra la matematica con il fuorigioco e con il VAR? Perché la teoria della probabilità è fondamentale nelle scommesse? Come si può sfruttare la matematica per migliorare la disposizione dei giocatori in campo? Perché le punizioni di Pirlo erano imparabili? E che cosa ha a che fare la teoria dei giochi con i calci di rigore?

La rassegna si concluderà con la partecipazione il 16 marzo di Sabrina Efyonai che racconterà la sua storia di ragazza napoletana afrodiscendente ripercorrendo la trama del suo romanzo autobiografico “Addio, a domani”.